Marinella Manzoni avvia il passaggio di NTS a Marco Manzoni.
Un passaggio generazionale all’insegna della Business Continuity.

Con un atto formale – ufficializzato dal Cda il 25 giugno 2020- Marco Manzoni è diventato il nuovo Amministratore Delegato di NTS. In questa intervista doppia, Marinella – che mantiene il ruolo di Presidente del CdA – e Marco Manzoni – Vicepresidente e AD – si raccontano, ripercorrendo alcuni passaggi chiave dal punto di vista professionale e umano.

Marinella, come si inserisce questo evento nella storia aziendale di NTS?
Come la naturale evoluzione di un processo che dura da diversi anni.
Il passaggio della rappresentanza legale da me a Marco concretizza ciò che era stato valutatotempo fa. Personalmente mi sono sempre vista come una traghettatrice, fin da quando gli eventi drammatici e imprevisti della vita – la morte del fratello imprenditore – mi hanno portato ad assumere la redinidell’azienda. Allora, misi a servizio dell’azienda le mie conoscenze, le mie competenze e tanto impegno senza mai smettere di pensare che il mio ruolo – e in generale quello della nostra famiglia- fosse quello di rendere l’azienda eterna, assumendo decisioni che le assicurino futuro.
In NTS non hanno mai prevalso visioni personalistiche, bensì visioni condivise di lungo spettro.
Marco è entrato in NTS undici anni fa, dopo la laurea in ingegneria e alcune esperienze fuori dalle mura aziendali, con un ruolo dichiaratamente junior: da assistente alla produzione ad assistente commerciale. Da allora ha vissuto un percorso professionale che credo lui stesso abbia percepito come lungo, ma che abbiamo tutti ritenuto utile per vederlo giungere sino a qui.
Per acquisire l’autorevolezza necessaria per un ruolo così rilevante, oltre alle competenze pratiche ed esperienza ci vuole tempo e impegno: non sono ammesse scorciatoie.

Marco, come hai vissuto il percorso che ti ha portato sino a qui?
Visto con gli occhi di oggi, direi che questo tempo mi è stato prezioso.
Un periodo di maturazione necessario che, confermo, a volte si è scontrato con la mia impazienza giovanile e con la mia energia, ma che oggi trovo giusto.
Dopo la laurea, io stesso ho sentito il bisogno di cimentarmi con ruoli in ambiti diversi, perché ho compreso -sin da giovanissimo- che nella vita niente è scontato, tutto si evolve e per cui ogni singolo giornodeve essere guadagnato con ogni singola competenza.
Crescere, formarsi, incontrarsi e cimentarsi con realtà anche molto distanti dalla propria comfort zone sono azioni lungimiranti, che segnano la storia di manager, imprenditori e professionisti in generale.
Il ruolo di Presidente rivestito nei Giovani di Confindustria Bergamo mi ha permesso di imparare, sperimentare, innovare, ampliare il mio know-how, in generale, di aprirmi a mondi nuovi e soprattutto conoscere altri imprenditori e manager. Tra le tante cose che ho imparato, mi piace ricordarne una, anzi due. La prima – una metafora vissuta in prima persona grazie ad un corso formativo – è aver condotto al timone una barca a vela ad occhi chiusi, bendato, con tutto l’equipaggio a bordo: significa attivare dellesensibilità che ogni essere umano ha e che vanno ben oltre la vista (suono e tatto) e che in azienda spesso ignoriamo a utilizzare; la seconda è offrire il proprio tempo nell’orientamento ai più giovani nelle scuole: ti colpisce quanto è importante per i giovanissimi avere persone di riferimento valide e quanta speranza dobbiamo avere nel futuro perché ci sono tanti giovani in gamba, più di quanto mediamente pensiamo.

Marinella, che cosa racchiude la parola “futuro”?
Oggi come oggi direi che “futuro” è una parola che viaggia di pari passo con la parola “velocità”: di definizione della visione strategica, di adattamento, di decisione.
Un’indagine di mercato recente ci ha suggerito che, per conservare competitività nel tempo,avremmo dovuto cambiare passo. Non abbiamo esitato a definire nuove strategie competitive e intraprendere strade inesplorate per raggiungere gli obiettivi prefissati.
Abbiamo anche definito un nuovo modello di business, che sta progressivamente mutando il nostro approccio al mercato, il tutto per assicurare alla nostra azienda la marginalità che merita.
È evidente che il tempo storico in cui viviamo induca tutti noi a essere dinamici, propositivi, energici. Stare al passo con questi ritmi non è scontato, ed è per questo che, oggi, la figura come Marco, con l’energia e lo spirito di iniziativa che lo caratterizza, rappresenta un tassello importante per il futuro di NTS.

Marco, con quale stato d’animo hai assunto questo incarico?
Con un grande senso di responsabilità: quello che, del resto, mi è sempre stato trasferito dalla mia famiglia.
Da piccolo potevo stare con mio padre solo in due circostanze: durante le (poche) vacanze estive e in azienda. Il sabato o la domenica mattina, infatti era un’abitudine trascorrerlo in azienda accompagnando mio padre ad alcune attività di controllo che faceva a impianti fermi, una normalità.
Direi che, proprio come Marinella, ho assaporato da subito i concetti di sacrificio, dovere morale e rispetto per il lavoro. Analogamente, ho fatto mio il fermento che animava mio padre, e credo animi ogni imprenditore, nell’avere una sua visione e nel perseguirla, cercando anche strade nuove.
Sono motivato nell’onorare l’eredità valoriale e imprenditoriale che mi è stata donata, da qui la volontà di mettermi in gioco e di riversare in NTS tutto l’impegno e le competenze di cui sono capace.
Il passaggio in atto alla terza generazione è all’insegna della continuità e dell’innovazione, dell’unione valoriale e della condivisione.
Io e Marinella siamo accumunati da un’idea ben radicata in entrambi: l’azienda non è un bene privato ma un bene comune. E credo che questo approccio sia anche figlio di quello che abbiamo vissuto sulle nostre spalle.
A differenza delle aziende che sono ancora dirette dal fondatore, la storia di NTS – che ricordo essere stata segnata dalla morte prematura dei due fondatori, padre e figlio- ha imposto a tutti noi un approccio molto manageriale: delega e continuità. Abbiamo preso – e prendiamo ogni giorno- in dote i valori aziendali fondanti e poi interpretiamo il nostro ruolo professionale seguendo anche le nostre attitudini ed esperienze personali.
Un mix di esperienza, storia, coraggio e personalità che non deve mai mancare quando si hanno in mente grandi progetti.

Parliamo di rischio imprenditoriale. Marinella, fino a che punto bisogna spingersi in là?
In NTS il rischio, tipico di ogni azione imprenditoriale, è sempre bilanciato da una visione ponderata e razionale.
La solidità finanziaria di NTS è un bene importante, che non possiamo mai mettere in secondo piano: l’esperienza ci dice che la vita di un’azienda può essere intervallata da momenti inaspettati, proprio come quello che stiamo vivendo ora a causa della pandemia.
Ma la solidità finanziaria è sempre una buona base per superare le inevitabili difficoltà e per approcciare anche progetti più ambiziosi di sviluppo e di crescita.
Marco è sempre stato sensibile a questi temi, da anni abbiamo conferito a lui la delega al Risk Management, il nostro è un approccio condiviso. E anche nei prossimi tre anni condivideremo sia le strategie riguardanti la gestione del rischio, sia le azioni volte a governarlo.

Marco, in NTS si può parlare di passaggio generazionale?
Più che di passaggio generazionale, parlerei di continuità generazionale: il rispetto di chi ci ha preceduto e la fiducia di chi continuerà.

Dicevi che state cambiando il vostro modello di business, in che senso?

In questi anni abbiamo condotto diverse indagini volte a capire meglio chi siamo e quali risultati vogliamo raggiungere.
Di recente, abbiamo siglato tre prestigiose partnership con realtà aziendali che ci affiancheranno in un nuovo cammino. Desideriamo proporci sempre più come Industrial Solutions Provider per soddisfare le nuove esigenze del mercato: più servizio e più velocità. Riteniamo di poter raggiungere queste evoluzioni in modalità diverse, dove possibile anche tramite nuove acquisizioni in una logica di crescita sia orizzontale sia verticale.
Puntiamo a un benessere economico che ci metta nella condizione di fare sempre nuovi investimenti, di innovare ancor di più in tecnologia, organizzazione, competenze, Risorse Umane per costruire un luogo di lavoro sicuro, sano e stimolante; da anni stiamo analizzando in maniera puntuale i costi e,ultimamente, stiamo anche individuando la qualità del fatturato su cui focalizzarci.
Ben prima del lock down, e certamente accelerato da esso, abbiamo avanzato proposte commerciali mediante nuovi strumenti digitali e con una forte componente innovativa e consulenziale, supportati anche dai nuovi servizi ad alto valore aggiunto NTS Tech e NTS Academy.
Stiamo riuscendo, con costanza e impegno, a farci riconoscere dal mercato valori che prima non riuscivamo ad esprimere appieno e abbiamo raggiunto un risultato importante:fatturare consulenza tecnica, problem solving tecnico, senza muovere alcun polimero o truciolo di metallo.
Un dato che rivela la propensione del mercato a riconoscere le nostre competenze (know-how) oltre al pur sempre essenziale e sempre più innovativo manufacturing.
La direzione è questa, come ben descritto anche dal piano industriale al 2022, uno strumento sempre più guida per l’azione manageriale di NTS, una direzione chiara e sfidante condivisa da tutti noi.

Marinella, che cosa dobbiamo aspettarci da Marco?
Continuità ma anche innovazione ed energia.
L’ingresso di Marco in azienda ha portato molte novità, alcune dovute alle sue predisposizioni personali, altre alla sua formazione.. Mi riferisco, ad esempio, all’utilizzo di strumenti di strategia econdivisione: penso al Business Model Canvas e al metodo formativo Lego Serious Play o la necessità di un Piano Industriale, strumenti che ci permettono di mettere nero su bianco tanti aspetti della nostra azienda inespressi e di condividerli con i nostri collaboratori ed avere una linea guida per tutti nella consapevolezza di dove vogliamo andare.
NTS ha sempre creduto nella centralità della persona e Marco continuerà su questa strada, con le sue indubbie capacità relazionali e comunicative.

Marco, come NTS investirà sulla persona?
Chi mi conosce lo sa: nel mio ufficio, tra i vari, campeggiano sempre due post-it che riportano, testualmente queste due parole: “Modello di Business” e “Persona al Centro”.
NTS è, e lo sarà sempre di più, un ambiente attivo, dinamico, produttivo, ricco di persone preparate ed energiche. Aver introdotto una figura HR focalizzata sullo sviluppo di carriera e sulla formazione continua èuno dei fatti che evidenzia il credo in una clima aziendale fortemente improntato sui valori della crescita professionale e personale.
Elevare il livello culturale aziendale è una sfida quotidiana di lungo periodo che può riservare qualche delusione ma che, in una visione d’insieme, non smette mai di regalare grandissime soddisfazioni nell’alzare l’asticella degli obiettivi di crescita organizzativa.

Ultima domanda.
Marinella, il 2020 si sta dimostrando un anno complesso, certamente di grandi cambiamenti. NTS ha deciso proprio nel 2020 di cambiare AD. Un cambiamento nel cambiamento?
Il nuovo ruolo di Marco rappresenta un cambiamento nella continuità.
Tempo fa avevamo pianificato questa data per il passaggio di deleghe e abbiamo proceduto di conseguenza. Dal punto di vista economico viviamo il momento contingente esattamente come abbiamo vissuto la crisi finanziaria del 2008: credendo che la vita (umana e professionale) sia ricca di imprevisti e che sia sempre necessario fronteggiarli con razionalità, metodo e visione.
Non abbiamo mai pensato che le contingenze possano cambiare i nostri programmi di lunga data.
NTS è un’impresa solida dove la visione condivisa viene sempre prima di tutto.

Shape: tra Business Game e realtà

NTS è membro della Fondazione ITS – JobsAcademy, un polo formativo specializzato nel periodo post diploma e impegnato nella diffusione della cultura tecnica.
Questa partnership sta sempre più evidenziando un sistema virtuoso, volto a favorire una generazione di giovani competenti e intraprendenti per il mondo del lavoro di oggi.
Oggi abbiamo il piacere di riportare un bell’esempio di connessione tra mondo della formazione e mondo del lavoro.

Il progetto SHAPE
Alcuni studenti, opportunamente seguiti da un team di supervisor NTS, si sono cimentati nella realizzazione di una richiesta reale che un cliente, qualche anno fa, aveva espresso a NTS: realizzare pulegge in un materiale diverso dall’alluminio (nella fattispecie, in materiale composito).
Ai ragazzi è stato chiesto, dunque, di ragionare come una start-up e di cimentarsi in un ambizioso progetto di Metal Replacement.

Il risultato?
Un progetto davvero ben scritto che potete consultare qui.
Il progetto Shape è stato molto apprezzato, tanto da arrivare sesto per volere stesso di una Commissione Interna che ha valutato ben 38 progetti presentati dagli studenti.

E i ragazzi di Shape quale premio hanno ottenuto?
Una meritata lettera di presentazione che verrà inoltrato ai futuri datori di lavoro.

Un nuovo arrivo in NTS

Anche in tempi difficili, noi, oggi, investiamo sul futuro.
Siamo lieti di annunciare un nuovo arrivo in NTS, il centro di fresatura a caricamento automatico High-Performance-Line C 42 di Hermle, il prestigioso brand tedesco di macchine utensili.

Perché abbiamo fatto questo importante investimento?

Perché crediamo nell’innovazione da sempre e perché, soprattutto in questo periodo, abbiamo voluto dotarci di una nuova alleata in fatto di produttività, qualità, precisione ed essere ancor più pronti alle sfide in arrivo.
Stiamo parlando di un centro di fresatura d’avanguardia a caricamento automatico che lavora parti di stampo di ogni forma e per ogni settore in cui è richiesta qualità e precisione: medicale, aerospaziale, automotive, elettromeccanico.
Potremo dunque costruire più stampi e in meno tempo, insieme all’aiuto del miglioramento organizzativo, venendo incontro alle esigenze dei nostri clienti con ancor maggior efficacia.
Con questo gioiello tecnologico la nostra officina stampi potrà alzare gli standard qualitativi con continuità.

Come è stato accolto questo nuovo arrivo?

Risponde Marco Manzoni: “Di questi tempi un investimento del genere porta con sé una ventata di positività e allo stesso tempo di responsabilità: noi crediamo che il nostro faro debba essere, sempre, la prospettiva di migliorare, crescere, ed acquisire nuovi progetti. Siamo consapevoli del momento storico critico che stiamo vivendo e proprio per questo dobbiamo pensare ancor di più al futuro offrendo qualcosa di differente con forza ed entusiasmo. Siamo da 60 anni sul mercato, sappiamo che momenti bui possono nascondersi sempre dietro l’angolo ma sappiamo anche che, proprio in questi momenti, la determinazione, condivisione e il gioco di squadra hanno un ruolo fondamentale nella ripresa. Questo investimento è un segnale forte ed è stato colto con entusiasmo anche da tutto il nostro team. Non possiamo che esserne fieri ed ancor più responsabilizzati, ma del resto coraggio e resilienza fanno parte del nostro dna aziendale”.

Aggiornamento: apertura parziale NTS

Gentili clienti, fornitori e partner,
NTS riprenderà le attività produttive in modo parziale e progressivo a partire da lunedì 6/04/2020 al fine di generare continuità alle filiere dei clienti strategici ed essenziali che lo stanno richiedendo.
Continuiamo a lavorare sempre in condizioni di massima attenzione e sicurezza per tutti i nostri lavoratori seguendo le disposizioni sanitarie imposte. Cogliamo l’occasione per ringraziare i lavoratori che in questi momenti dimostrano Professionalità e Spirito di Servizio in pieno stile #ntspeople.
Abbiamo di fronte altre settimane difficili come le precedenti e dobbiamo continuamente tenere alta l’attenzione per poter vincere questa sfida Covid-19.
Con forza e determinazione #molamia

#avantitutta #nonmolliamouncentimetro

Leggi qui l’informativa completa

Gentili clienti, fornitori e partner, è arrivato il momento di fermarci.
NTS fermerà tutte le proprie attività dal 23/03/2020 fino al 3/04/2020 compresi, per causa di forza maggiore secondo il principio del Decreto DPCM del 22/03/2020, ovvero restrizioni estese alle attività produttive non essenziali e non strategiche per la vita dell’uomo.
Cogliamo l’occasione per ringraziare con stima e riconoscenza ogni singolo lavoratore che, in questi 15 giorni trascorsi in un clima difficile, ha comunque dimostrato Professionalità e Spirito di Servizio in pieno stile #ntspeople.

Abbiamo di fronte altre settimane difficili ed abbiamo una sola arma per vincere questa sfida Covid-19: la nostra forza di tenere duro per limitare il contagio. Lo abbiamo già fatto e continueremo a farlo, tutti insieme.
Bergamo e l’Italia sono vive e vitali e stanno reagendo con forza per superare questa intensa sfida.
An #molamia

#avantitutta #nonmolliamouncentimetro

Leggi qui l’informativa completa

Aggiornamento: Comunicazione NTS Coronavirus

Gentili clienti/fornitori/partner,
a seguito del Decreto DCPM dell’8 marzo 2020 siamo chiamati tutti a fare il nostro dovere di cittadini responsabili, con la R maiuscola, insieme al nostro ruolo di Professionisti delle proprie attività.
Ci stiamo impegnando al massimo per raggiungere l’obiettivo numero uno di questo momento, ovvero limitare il contagio, mantenendo l’attività aziendale al minimo sostenibile.
Rimaniamo tutti uniti in questa prova di forza e ne usciremo più forti e pronti di prima. Non molliamo un centimetro, il mondo deve sapere che nonostante tutto l’Italia è viva e vitale e procede con forza a superare questa intensa sfida.
#avantitutta #nonmolliamouncentimetro

Leggi qui l’informativa completa

Marco Manzoni
NTS S.p.A.

Comunicazione NTS Coronavirus

Gentili tutti,
desideriamo comunicarvi con forza che NTS continua a fornire regolarmente il proprio servizio fino ad obblighi contrari imposti dalle autorità competenti. A seguito del contagio Coronavirus-Covid 19, fin da lunedì 24 febbraio 2020 abbiamo messo in pista tempestivamente le misure di contenimento dal contagio attenendoci alle disposizioni ministeriali e regionali. Nello specifico abbiamo:

1. Creato una task force interna specifica con la Direzione, RSPP, COO, Logistica e HR costantemente aggiornata alle indicazioni delle Autorità;
2. Informato tutti i collaboratori su tutti i canali dall’e-mail alle stampe e immagini/video in zona pausa caffè;
3. Mappato tutti i soggetti dipendenti NTS a rischio degli ultimi 15gg;
4. Avviato policy di restrizione personale esterno in ingresso in NTS con autodichiarazione firmata;
5. Abbiamo monitorato e, ove necessario, limitato gli spostamenti di nostro personale verso l’esterno;
6. Abbiamo inviato comunicazione ufficiale della Direzione verso i nostri contatti esterni per trasmettere fiducia e normalità;
7. Stiamo aggiornando nella nostra tabella di Risk Management “valutazione rischi” anche il rischio “Epidemia” e cosa fare se;

Ci siamo impegnati quindi a gestire questa situazione Coronavirus Covid-19 con attenzione e sostenibilità e proprio per questo abbiamo deciso di evitare una cosa sola: l’idea di fermarci.

Rimaniamo tutti uniti in questa prova di forza e ne usciremo più forti e pronti di prima. Non molliamo un centimetro, il mondo deve sapere che nonostante tutto l’Italia non si ferma anzi procede con forza.
#avantitutta

Marco Manzoni
NTS S.p.A.

A TUxTU

L’impresa di generare lavoro, oggi, potrebbe sembrare quasi impossibile.
Ma grazie alla determinazione di molti imprenditori, a Bergamo si respira aria di positività e di dinamismo.
Presso l’Oratorio di Dalmine si è tenuta “A tu per tu“, una serata di valore che ha visto la partecipazione di Marco Manzoni, Don Cristiano Re, Giovanna Ricuperati, Marco Lupi, Giacomo Perletti, Tommaso Minola.

 

Il racconto degli imprenditori coinvolti è stato particolarmente suggestivo in quanto ciascuno di loro ha ricordato come spesso la dimensione famigliare sia una fonte di propulsione immensa, che permette poi di portare in azienda creatività e innovazione.

Ha raccontato Giovanna Ricuperati, imprenditrice nel mondo della comunicazione: “La mia espressione più tipica è quella della meraviglia. Mi appassiono, mi faccio trasportare dall’entusiasmo e spesso sono indotta a cercare nuove strade. Ma tutto questo non sarebbe possibile se non fossi supportata dalla rete di relazioni che ho costruito in questi anni. Sono le relazioni personali che ci rendono solidi e che ci permettono di evolvere”.

 

Chiosa Giacomo Perletti, giovane imprenditore nel mondo agricolo: “Non era scontato che uno della mia età s’innamorasse di un nucleo rurale del ‘500, Contrada Bricconi in Valle Seriana. Durante gli ultimi anni di Agraria ho iniziato a immaginare un progetto di recupero e, piano piano, ho maturato la decisione di vivere lì. Ma senza la collaborazione di mia moglie non avrei fatto questa scelta. Una scelta bellissima ma impegnativa, tanto più perché ora coinvolge anche una nuova vita: mio figlio”.

 

Il paradosso sta tutto dentro un numero: il 15. Nonostante si lavori in meno di due metri quadrati, ogni giorno si rischia di andare avanti e indietro per l’azienda per 15 chilometri. È lo spazio che si rischia di coprire passo dopo passo per recuperare materiali, attrezzi, componenti o per chiedere istruzioni e informazioni. Spesso aspettando risposte di altri. Quanto tempo perso. Un’altra risorsa sprecata. E gli sprechi aziendali, spesso senza rendersene conto, sono nascosti dentro a ogni funzionalità dei processi produttivi. Con un’aggravante: questo capita quando il lavoro dell’uomo non viene messo al centro.

È bastato montare una bicicletta in legno secondo due metodi diversi – tradizionale e innovativo – di organizzazione e degli spazi di lavoro per misurare la differenza: produttività aumentata fino al 30%; taglio dei tempi finali di set up fino al 45%, triplicato il numero dei pezzi montati nello stesso tempo. È competitività recuperata. «Oggi il tempo è una risorsa scarsa, è indispensabile dare più attenzione allo spazio di lavoro, alla sua organizzazione e alle persone. Credo sia una reale opportunità anche per far emergere talenti che si hanno in azienda».

C’è soprattutto lui, Marco Manzoni, titolare della Nts di Lallio, 250 dipendenti, azienda familiare in senso stretto e leader nella progettazione e produzione di stampi e stampaggio di articoli in materiale plastico, seduto nella stessa aula il giorno dell’inaugurazione formale dell’Academy dell’aziendaÈ lo sforzo di Nts di rendere la formazione interna ancora più una costante, capace di rispondere alle necessità dell’azienda e delle persone. «Sono investimenti per elevare la professionalità di ciascuno e il benessere sul lavoro. Dobbiamo avere in testa spiega Manzoniche c’è sempre un modo migliore per fare le cose rispetto a quanto fatto ieri: è “il sale” di chi si impegna a rendere ancora sostenibile la produzione industriale». È anche il giorno in cui Nts ha deciso, nel suo 60esimo anno di attività, di dare una svolta e adottare un proprio modello organizzativo, su misura. Dall’altra parte, la consulenza della società specializzata EY. Si parte con una esortazione: «Utilizzando le mani si riesce a cogliere al meglio l’ottica della lean manufacturing» annuncia Massimo Trebeschi, operation manager di EY.

Sono le due parole magiche della giornata: lean (snella) e manufacturing (produzione).

Il metodo ha origini giapponesi, la Toyota è il modello di assoluto riferimento in fatto di produzione lean, tanto da aver insegnato a tutto il mondo la logica di questo metodo. La finalità non è solo quella di tagliare sprechi, sovrapproduzione, tempi morti, perdite di processo e scorte. «Standardizzare un processo di lavoro – ha spiegato Manzoni – significa darsi una priorità irrinunciabile: certificare lo standard di sicurezza».

Stralcio di articolo tratto da Skille – Eco di Bergamo – mercoledì 15 gennaio 2020

Per leggere l’intero articolo: clicca qui

 

I nostri video parlano tutte le lingue

La nostra lingua d’origine è l’italiano e i nostri collaboratori, animati dal desiderio di condividere tutti i plus di NTS, hanno prodotto diversi contenuti video in questa lingua. Ma i nostri video parlano tutte le lingue!

Esiste un automatismo di YouTube che consente a tutti di leggere i sottotitoli nella propria lingua d’origine.

Ecco le istruzioni per poter fruire dei contenuti video in piena libertà.

 

Come fare per selezionare la lingua dei sottotitoli?

  1. Fai clic sull’icona Impostazioni nella parte inferiore del video.
  2. Fai clic su Sottotitoli.
  3. Fai clic su Traduzione automatica.
  4. Seleziona la lingua

Ti aspettiamo sul nostro canale youtube